800 134 704 info@nuovi-talenti.it

Sempre più imprese stanno adottando politiche a favore del work-life balance.

L’equilibrio tra la vita privata e lavorativa rappresenta nel mondo del lavoro odierno una grande sfida che le aziende devono affrontare per garantire l’innovazione e la crescita insieme ai propri dipendenti. Le aziende che stimolano il work life balance sono imprese vincenti e arricchiscono la qualità della vita dei lavoratori, liberi professionisti e manager.

Perchè investire sul work life balance?

Uno studio condotto in un’azienda degli USA, dimostra che introducendo una giornata lavorativa di 5 ore per tutti i dipendenti, vi è un aumento della produttività del 21% con il conseguente incremento dl 40% degli introiti.

Sono sempre più le aziende che in Europa mettono a disposizione programmi di conciliazione tra lavoro e vita per i propri dipendenti.

Lo sviluppo di un modello aziendale che dia importanza al benessere ed equilibrio tra vita privata ed ambito lavorativo offre vari vantaggi sia al lavoratore che all’impresa. 

Per quanto riguarda i dipendenti, riuscire a conciliare la vita lavorativa con quella personale permette di lavorare meglio e produrre di più. L’orario flessibile si traduce in maggiore dedizione per i propri hobby e più energia fisica e mentale sul posto di lavoro: lavorare meno ore consente di seguire la logica delle priorità e organizzare efficacemente i propri impegni.
Il personale ha inoltre i vantaggi di riduzione dello stress e maggiore gratificazione personale.
 

Tra i benefici aziendali, oltre all’aumento dell’efficienza e produttività si riscontra sicuramente un incremento della possibilità di creare impiegati fedeli all’impresa.

Una forte motivazione della forza lavoro ha come conseguenza una diminuzione dell’assenteismo e del turnover e un generale impatto positivo sull’immagine aziendale nel mercato.

Come stimolare il work life balance nel contesto aziendale

Innanzitutto, fondamentale è ascoltare i desideri e i bisogni dei propri dipendenti, comprendendo che tutte le esigenze possono essere diverse.

Un manager positivo consiglia al proprio  team di fare delle pause, parla apertamente della tematica del work life balance e cerca implementare le strategie per migliorare l’equilibrio tra lavoro e vita personale.

Importante inoltre è che il capo distribuisca il carico di lavoro equamente e dia l’esempio, esercitando lui stesso una cultura volta alla conciliazione lavoro-vita.      

Gli strumenti del work – life balance

Gli strumenti di cui le organizzazioni si avvalgono per garantire un buon equilibrio tra lavoro e vita privata sono numerosi. Considerando il progresso tecnologico che permea la nostra società, si considerano diverse aree, che fanno riferimento al tempo, allo spazio e ai servizi.

Tempo

   Racchiude strumenti che prendono in considerazione la flessibilità temporale dei dipendenti: 

  • L’orario scorrevole, che garantisce la variabilità dell’orario di inizio e di fine delle attività lavorative;
  • La settimana concentrata, che prevede l’allungamento della giornata lavorativa, al fine di ridurre il numero dei giorni lavorativi alla settimana;
  • La banca delle ore, una sorta di conto virtuale che consente di depositare le ore lavorative extra per poterle poi recuperare nei momenti di bisogno;
  • Contratto part – time, attualmente più diffuso tra le politiche del work Life balance, che può essere orizzontale, verticale o misto;
  • Job sharing, che è caratterizzato dalla condivisione da parte di due o più soggetti dell’attività lavorativa e dall’accordo sull’orario di lavoro;
  • Congedo parentale, che viene considerato uno degli strumenti più importanti e prevede la possibilità da parte di uno o entrambi i genitori di astenersi dall’attività lavorativa per un determinato periodo di tempo (che può essere anche non retribuito)

         

Spazio

  • Telelavoro: strumento che consente maggiore flessibilità temporale e spaziale e prevede la possibilità di lavorare in contesti diversi dal tradizionale ambiente lavorativo. Aumenta il senso di responsabilità e autogestione nei lavoratori;
  • Smart-working: nuova modalità di lavoro che cambia radicalmente il modo di concepire l’attività lavorativa stessa e consente di snellire l’organizzazione aziendale. Si tratta di un modello organizzativo che prevede l’assenza di vincoli spaziali e temporali attraverso la creazione di una mentalità che mira al raggiungimento di obiettivi. Nella concezione del lavoro smart, si oltrepassano i confini dell’impresa e lo spazio lavorativo è stato rivisitato, divenendo il luogo in cui si manifesta la creatività dei lavoratori.

  

Servizi

Quest’area comprende un grande insieme di iniziative propositive aziendali che hanno lo scopo di rispondere alle diverse esigenze dei lavoratori e delle famiglie.
 

  • Servizi di consulenza con il fine di migliorare la vita frenetica dei lavoratori;
  • Analisi dell’organizzazione del tempo libero;
  • Iniziative di carattere sportivo e culturale;
  • Realizzazione di asili nido aziendali;

 

Welfare aziendale: le azioni da promuovere

Al giorno d’oggi è richiesto alle imprese un cambio di mentalità: è necessario modificare il mondo di pensare la cultura organizzativa, favorendo meritocrazia sulla base del raggiungimento degli obiettivi e non sulla quantità di tempo trascorso in azienda.

L’idea di creare un contesto orientato all’ascolto delle esigenze lavorative della singola persona consente di sviluppare fiducia e cooperazione reciproca.

Individuare un equilibrio che possa aiutare i lavoratori a diminuire lo stress e investire del tempo sui propri interessi e passioni, oltre a portare benefici aziendali consente ai dipendenti di costruire un nuovo modo di pensarsi, come lavoratori ma soprattutto come persone.

 

Sei un'azienda?
Richiedici maggiori informazioni

Cerchi un'opportunità di carriera?
Candidati ora!